Navigazione veloce

Leggere il Cinema – Scrivere in Video

Immagine correlata

È stato approvato il progetto dell’ISS Taramelli – Foscolo  Leggere il Cinema, Scrivere in Video” all’interno dei Bandi del Piano Nazionale Cinema per la Scuola, che nel giugno scorso metteva a disposizione un fondo per l’introduzione e l’approfondimento dello studio della Settima Arte nelle scuole italiane di ogni ordine e grado (Cinema per la Scuola – I progetti delle e per le scuole, Bando A2 – CinemaScuola2030 – MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca / MIBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali).

Lo stanziamento complessivo di 16.500 euro permetterà lo svolgimento di due momenti di formazione originali e distinti.

1) “Leggere il cinema”, come corso di lettura filmica, sarà teso a formare uno spettatore più attento e consapevole nei confronti del cinema, meno sottoposto a mode, tendenze o pubblicità, uno spettatore-critico, che interpreti i segni che gli vengono dallo schermo, andando oltre i soliti giudizi su intreccio e trama.

2) Con “Scrivere in Video” poi si consentirà ai corsisti di passare da una fruizione passiva del cinema ad una veramente attiva con la produzione di un vero e proprio cortometraggio originale.

Il progetto prevede la suddivisione in 6 gruppi interclasse di 10 persone circa ciascuno, non omogenei per età in modo da facilitare il tutoring dei più grandi nei confronti dei più piccoli: le lezioni teoriche si svolgeranno nelle aule dei licei e saranno naturalmente gratuiti ed aperti a tutti gli studenti del Taramelli-Foscolo che si iscriveranno e vorranno parteciparvi.

La seconda parte della medesima durata prevede lo sviluppo di una trama e il confezionamento di un cortometraggio con tanto di ricerca e studio delle location.

Saranno inoltre coinvolti, da progetto, il Comune di Pavia ed il Comune di Borgarello per la ricerca delle location cittadine che dovessero rendersi necessarie.

È previsto l’acquisto di software e materiale per l’allestimento dei set, che, dopo l’utilizzo per la realizzazione dei cortometraggi, rimarrà in dotazione all’Istituto.

I docenti di riferimento per questo progetto sono le professoresse Anna Rovati e Mara Aschei, il regista e conduttore del corso che guiderà i laboratori e si occuperà del tutoraggio per la realizzazione dei filmati è Roberto Figazzolo, che l’anno scorso ha portato la classe I A del Liceo Foscolo a vincere un premio della Regione Lombardia col documentario “Diritto, diritti, giustizia: quale il significato di temi antichi nell’epoca dell’Homo Technologicus?

Per raggiungere questo importante risultato le insegnanti e il regista hanno collaborato con Giuseppe Esposito, progettista professionista di Certosa di Pavia, alla stesura della proposta.

Per il monitoraggio finale ci si avvarrà del supporto di esperti del settore e docenti universitari nella valutazione dei lavori dei ragazzi.

È prevista una finale mostra-esposizione-festival che consenta la visione e l’apprezzamento dei lavori svolti nonché la pubblicazione su siti idonei dei saggi prodotti.

  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.